Ritratto di giovane uomo

Ritratto di giovane uomo

Hans Memling

Autore
Hans Memling
Selingestadt am Main 1435/1440 circa - Bruges 1494
Titolo
Ritratto di giovane uomo
Catalogo
586
Supporto
Tavola, cm 26 x 20
Provenienza
Venezia, coll. Manfrin, acquisto 1856
Sala
Sala IV

Acquistato dalle Gallerie nel 1856 insieme ad un nucleo di opere della collezione Manfrin, questo Ritratto di gentiluomo dialoga da vicino con i prototipi di ritrattistica “alla fiamminga” messi a punti da Antonello da Messina, a cui il dipinto è stato lungamente attribuito. Protagonista della pittura fiamminga del secondo Quattrocento, Memling fu pittore molto apprezzato anche in Italia, grazie all’interesse di personaggi come i Medici e, a Venezia, dei cardinali Bembo e Grimani. È possibile che anche il personaggio qui ritratto, in base all’abito e al copricapo ma anche al peculiare taglio di capelli, fosse un mercante italiano attivo a Bruges dove poté commissionare la propria effige al celebre pittore. Il contrasto tra l’immagine ravvicinata e dettagliatissima, come incombente oltre un’invisibile balaustra su cui l’uomo appoggia la mano, e il fondo paesaggistico, più generico e miniaturistico, che evoca la profonda distanza, forniscono un modello che avrà ampia diffusione nella pittura italiana del secondo Quattrocento e in particolare a Venezia.