Perseo mozza la testa a Medusa

Perseo mozza la testa a Medusa

Francesco Maffei

Autore
Francesco Maffei
Vicenza, 1605 c. - Padova, 1660
Titolo
Perseo mozza la testa a Medusa
Catalogo
1340
Datazione
Fine del sesto decennio del XVII secolo
Supporto
Tela, cm 130,5 x 160,5
Provenienza
Miami, Katherine L. Gonusz, acquisto 1968
Sala
Sala 3

Dell’opera si ignora la storia collezionistica antica e la sua prima apparizione è del 1968 quando è acquistata dallo Stato, insieme al suo probabile pendant raffigurante Ulisse e Circe (cat. 1341), da una collezione privata americana. Il tema è quello della sconfitta di Medusa, cui Perseo riesce a tagliare la testa senza incontrarne lo sguardo pietrificante, grazie all’aiuto del sofisticato scudo di Atena, dalla superficie convessa e dalla ricca cornice a figure. La vicenda, raccontata dalle Metamorfosi di Ovidio, fu variamente interpretata nel corso del Seicento, sia in letteratura che nelle arti figurative. Le fasi concitate del momento conclusivo della lotta sono l’occasione per Maffei per ideare una scena dai ritmi convulsi, sottolineati dalle pennellate vibranti, rapide e cariche di colore. Illuminate da una luce lunare le figure quasi perdono di consistenza reale e sembrano apparizioni evanescenti. La datazione oscilla negli studi critici tra la fine degli anni quaranta e i primi anni cinquanta del Seicento.