Ritratto dell'incisore Francesco Bartolozzi

Ritratto dell'incisore Francesco Bartolozzi

Domenico Pellegrini

Autore
Domenico Pellegrini
Galliera veneta, Padova, 1759 - Roma, 1840
Titolo
Ritratto dell'incisore Francesco Bartolozzi
Catalogo
453
Datazione
1794
Supporto
Tela, cm 106 x 89
Provenienza
Dono dell'autore, 1834
Sala
Sala 1

Il dipinto, eseguito a Londra ed esposto nel 1794 alla Royal Academy, nel 1834 fu donato dall’autore all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Pellegrini avrebbe voluto lasciare l’opera all’Accademia di Firenze, in omaggio ai natali del suo protettore Francesco Bartolozzi, ma l’editore bassanese Bartolomeo Gamba lo convinse a indirizzare l’opera verso l’istituzione veneziana, di cui per altro era membro.

Il quadro rappresenta l’incisore fiorentino Francesco Bartolozzi (1728-1815), divenuto celebre a Venezia, dove era giunto nel 1748, e trasferitosi a Londra nel 1764 su chiamata di Richard Dalton, bibliotecario e consigliere di Giorgio III. Nella capitale inglese fu tra i fondatori della Royal Academy e favorì il soggiorno londinese del Pellegrini.

Il ritratto, privo di retorica, mostra il Bartolozzi impegnato nel proprio lavoro che viene presentato come un’attività eminentemente intellettuale, ancora prima che manuale. La sensibilità cromatica e luministica, che tradisce le origini venete del pittore, è arricchita dalle novità tipiche della ritrattistica internazionale di fine Settecento, apprese dal Pellegrini a Roma, dove frequentò Antonio Canova e Angelica Kauffmann, e in seguito a Londra.