Pala della Beata Concezione

Pala della Beata Concezione

Jacopo Da Ponte Detto Bassano

Autore
Jacopo Da Ponte Detto Bassano
Bassano, 1510 c. - Bassano, 1592
Titolo
Pala della Beata Concezione
Catalogo
1041
Datazione
1541
Supporto
tela, 147 x 103
Provenienza
Asolo, chiesa dei Padri Riformati; Venezia, Gallerie dell’Accademia (1812); Sossano, in deposito alla chiesa parrocchiale (1883); Bassano, in deposito al Museo Civico (1956)
Sala
Sala XXIII

L’iscrizione sul gradino “Conceptio Beatae Mariae” fa riferimento al concepimento di Maria  nel grembo di Anna senza macchia di peccato originale e alla purezza della Vergine alludono anche  i fiori sparsi sui gradini. La devozione dell’Immacolata concezione, seppure aspramente discussa nella chiesa cattolica, aveva avuto nel 1477 un’attestazione canonica nell’ordine francescano, cui apparteneva la chiesa dei Riformati di Asolo. La spazialità compressa, la dilatazione delle figure sul primo piano, l’assenza di valori atmosferici e la severità della tavolozza cromatica, tutta giocata su tonalità fredde, denunciano l’influenza di Pordenone e un ripensamento di testi raffaelleschi.