La creazione degli animali

La creazione degli animali

Jacopo Robusti detto Jacopo Tintoretto

Autore
Jacopo Robusti detto Jacopo Tintoretto
Venezia, 1519 - 1594
Titolo
La creazione degli animali
Catalogo
900
Datazione
1550-1553
Supporto
Tela, cm 140 x 196
Provenienza
Acquisizione 1812, da Venezia, Scuola della Santissima Trinità
Sala
Sala XXIII

La tela proviene dalla Scuola della santissima Trinità a Venezia, dove faceva parte di un piccolo ciclo di dipinti sul tema della creazione del mondo insieme con il Peccato originale e l'Uccisione di Abele , anch’essi ora esposti nelle Gallerie dell'Accademia di Venezia, e con il molto rimaneggiato Adamo ed Eva davanti al Padre Eterno, ora presso la Galleria degli Uffizi di Firenze. Gli animali, rappresentati da Tintoretto durante l'atto della loro creazione, sono disposti per serie successive appena sovrapposte in funzione della rappresentazione del movimento in una sola direzione. La figura del Dio creatore si tende come una freccia poggiando con i piedi sul tronco del grande albero verticale e piegando con l'impeto il tronco dell'alberello flessibile in riva al mare. Dietro a lui altri animali, come l'unicorno, rientrano nell'immagine con la sola testa, in taglio fotografico. Il ciclo di tele di Tintoretto, ricordato per la prima volta da Raffaele Borghini (1584), è documentato dai pagamenti a partire dal 1550 e ne continuava uno precedente di altri quattro dipinti, ora perduti, del pittore veronese Francesco Torbido, commissionati a partire dal 1547.